Lezione 1 La Guida del Consiglio dell’UE sulle competenze chiave per l’apprendimento permanente

Nel maggio 2018 il Consiglio dell’Unione europea ha adottato una guida sulle competenze chiave per l’apprendimento permanente. La guida identifica otto competenze chiave essenziali per i cittadini per la realizzazione personale, uno stile di vita sano e sostenibile, l’occupabilità, la cittadinanza attiva e l’inclusione sociale. La guida è uno strumento di riferimento per le parti interessate del settore dell’istruzione e della formazione, e definisce una visione comune delle competenze necessarie oggi e in futuro. Tra queste c’è la competenza digitale.

Secondo la Guida del Consiglio, “la competenza digitale implica l’uso sicuro, critico e responsabile delle tecnologie digitali e il loro impegno per l’apprendimento, il lavoro e la partecipazione alla società. Essa comprende l’alfabetizzazione all’informazione e ai dati, la comunicazione e la collaborazione, l’alfabetizzazione riguardo ai media, la creazione di contenuti digitali (compresa la programmazione), la sicurezza (compreso il benessere digitale e le competenze relative alla sicurezza informatica), le questioni relative alla proprietà intellettuale, la risoluzione dei problemi e il pensiero critico”.

La Guida prevede anche le conoscenze, le abilità e le attitudini essenziali relative a questa competenza, come segue:

Conoscenze

Gli individui dovrebbero adottare un approccio critico alla validità, all'affidabilità e all'impatto delle informazioni e dei dati resi disponibili dai mezzi digitali ed essere consapevoli dei principi legali ed etici coinvolti nell'utilizzo delle tecnologie digitali.

Competenze

Gli individui devono possedere competenze tecnologiche digitali per la cittadinanza attiva, l'inclusione sociale, la collaborazione e la creatività, la gestione di informazioni, dati e identità e l'utilizzo efficace di software, dispositivi, intelligenza artificiale o robot.

Comportamento

L'impegno con le tecnologie digitali richiede un approccio critico, aperto ed etico, promuovendo al contempo la curiosità e una prospettiva lungimirante sulla loro evoluzione.

Questo lavoro è concesso in licenza d’uso a Creative Commons Attribution-NonCommercial 4.0 International License.

Il sostegno della Commissione europea alla realizzazione di questa pubblicazione non costituisce un’approvazione dei contenuti, che riflettono esclusivamente le opinioni degli autori, e l’Agenzia nazionale e la Commissione non possono essere ritenute responsabili per l’uso che può essere fatto delle informazioni in essa contenute.