Lezione 2 Come sviluppare una “cultura green” e renderla sostenibile (struttura organizzativa, formazione)

Come implementare una “Cultura Green” in una compagnia

  1. L’implementazione di una “cultura green” in un’azienda richiede un approccio sfaccettato che prevede una combinazione di cambiamenti organizzativi, impegno dei dipendenti e coinvolgimento delle parti interessate.
  2. Sviluppare una strategia di sostenibilità: L’azienda deve sviluppare una strategia di sostenibilità completa che delinei gli obiettivi, i target e i piani d’azione per ridurre l’impatto ambientale e promuovere pratiche sostenibili.
  3. Assegnare le responsabilità: È necessario istituire un team di sostenibilità per supervisionare l’attuazione della strategia e garantire che l’azienda sia sulla buona strada per raggiungere i suoi obiettivi di sostenibilità.
  4. Educare e formare i dipendenti: Tutti i dipendenti devono essere istruiti sulla strategia di sostenibilità dell’azienda e formati su come incorporare le pratiche sostenibili nel loro lavoro.
  5. Incoraggiare il coinvolgimento dei dipendenti: Coinvolgere i dipendenti nelle iniziative di sostenibilità attraverso incentivi, programmi di riconoscimento e altre iniziative.
  6. Implementare politiche e pratiche green: Implementare politiche e pratiche ecologiche, come la riduzione dell’uso di energia e acqua, la minimizzazione dei rifiuti e dell’inquinamento e l’approvvigionamento di materiali ecologicamente responsabili.
  7. Coinvolgere gli stakeholder: Impegnarsi con le parti interessate, come clienti, fornitori e comunità in generale, per promuovere l’educazione e la consapevolezza ambientale.
  8. Misurare e comunicare i progressi: Misurare e riferire i progressi compiuti verso gli obiettivi di sostenibilità e utilizzare queste informazioni per identificare le aree di miglioramento.

(Link1, Link2)

Piano di sostenibilità

Un piano di sostenibilità è una tabella di marcia strategica che delinea gli impegni e gli obiettivi di un’azienda per raggiungere uno sviluppo sostenibile. Si tratta di un documento completo che copre una serie di questioni di sostenibilità, tra cui la tutela dell’ambiente, la responsabilità sociale e la redditività economica. Il piano di solito include obiettivi specifici, scadenze e piani d’azione per il raggiungimento di tali obiettivi. Può anche includere indicatori di performance e metriche per misurare i progressi verso gli obiettivi di sostenibilità. Il piano di sostenibilità funge da guida per il management, i dipendenti e gli stakeholder dell’azienda ed è uno strumento importante per dimostrare l’impegno dell’azienda verso pratiche commerciali responsabili e lo sviluppo sostenibile. Se siete interessati ai piani di sostenibilità, prendetevi un po’ di tempo per fare una ricerca online. Troverete maggiori informazioni e anche modelli.

Ruoli di gestione della sostenibilità

Il cambiamento organizzativo deve essere supportato da una struttura di gestione e responsabilità. La formazione, i Jour Fix e i controlli delle prestazioni devono essere valutati e istituzionalizzati per diventare la cultura aziendale. I ruoli possibili (sia come compiti aggiuntivi per i dipendenti esistenti dopo la formazione e la qualificazione, sia come potenziali nuove assunzioni, a seconda delle dimensioni e degli obiettivi dell’azienda) includono:

  • Sustainability Manager: è responsabile dello sviluppo e dell’attuazione della strategia di sostenibilità dell’azienda e del raggiungimento dei suoi obiettivi di sostenibilità.
  • Coordinatore della sostenibilità: collabora con altri dipendenti per implementare iniziative di sostenibilità, come la riduzione dell’uso di energia, la promozione di trasporti sostenibili e l’implementazione di programmi di riciclaggio.
  • Analista di dati sulla sostenibilità: tiene traccia e analizza i dati relativi alle prestazioni di sostenibilità dell’azienda e utilizza queste informazioni per identificare le aree di miglioramento.
  • Specialista di comunicazione sulla sostenibilità: è responsabile della comunicazione degli sforzi di sostenibilità dell’azienda agli stakeholder interni ed esterni e della promozione della consapevolezza ambientale e delle iniziative di sostenibilità.
  • Revisore della sostenibilità: conduce audit e valutazioni delle prestazioni di sostenibilità dell’azienda e fornisce raccomandazioni per il miglioramento.

(Link)

Strumenti digitali per supportare la transizione

Gli strumenti di monitoraggio della sostenibilità sono soluzioni che aiutano le aziende a gestire tutti i dati prodotti dalle loro attività. Tracciano i dati relativi a clima, biodiversità, diversità, rifiuti, personale e finanze. Sono progettati per aiutare la leadership aziendale a gestire la raccolta dei dati sulla sostenibilità e a comunicare efficacemente dati accurati a stakeholder, investitori e autorità di regolamentazione. I software di monitoraggio della sostenibilità possono avere un impatto notevole sui ricavi, sulla valutazione dell’azienda e sulla percezione del marchio.

Può trattarsi di una semplice matrice excel che aiuta a tenere traccia dei miglioramenti apportati al personale e alle comunicazioni, oppure di soluzioni software sofisticate che mostrano ogni punto di dati in tempo reale (vedi Lezione 3, Best Practices).

Questo lavoro è concesso in licenza d’uso a Creative Commons Attribution-NonCommercial 4.0 International License.

Il sostegno della Commissione europea alla realizzazione di questa pubblicazione non costituisce un’approvazione dei contenuti, che riflettono esclusivamente le opinioni degli autori, e l’Agenzia nazionale e la Commissione non possono essere ritenute responsabili per l’uso che può essere fatto delle informazioni in essa contenute.