Lezione 2 Etichette importanti

Esistono diversi certificati ed etichette ambientali importanti che le aziende possono perseguire per dimostrare il loro impegno verso la sostenibilità ambientale. Ecco alcuni esempi significativi:

  • Fairtrade: la certificazione Fairtrade si concentra sulla garanzia di pratiche commerciali eque ed etiche per i produttori dei Paesi in via di sviluppo. Garantisce prezzi equi, sviluppo sociale e sostenibilità ambientale. L’etichetta Fairtrade indica che un prodotto è stato prodotto e commercializzato secondo i rigorosi standard del commercio equo e solidale.
  • Certificazione Cradle to Cradle (C2C): La certificazione Cradle to Cradle valuta le prestazioni ambientali e sociali di un prodotto durante il suo ciclo di vita. Valuta fattori quali la salute dei materiali, la riciclabilità, l’uso di energia rinnovabile, la gestione dell’acqua e la responsabilità sociale. I prodotti certificati C2C mirano a essere rigenerativi e rispettosi dell’ambiente.
  • Certificazione biologica: Le certificazioni biologiche, come la USDA Organic negli Stati Uniti o la EU Organic nell’Unione Europea, garantiscono che i prodotti agricoli siano realizzati senza pesticidi sintetici, fertilizzanti o organismi geneticamente modificati (OGM). La certificazione biologica garantisce l’adesione a specifici standard di agricoltura biologica.
  • ISO 14001: la norma ISO 14001 è uno standard internazionale per i sistemi di gestione ambientale. Fornisce alle organizzazioni un quadro di riferimento per gestire e migliorare le proprie prestazioni ambientali, ridurre l’impatto ambientale e rispettare le normative ambientali.

Questi sono solo alcuni esempi di importanti certificati ed etichette ambientali. Le certificazioni specifiche applicabili a un’azienda possono variare a seconda del settore, della sede e degli obiettivi di sostenibilità. È importante ricercare e scegliere le certificazioni che si allineano ai valori, alle operazioni e al mercato di riferimento dell’organizzazione.

Nel corso dell’analisi di mercato, è possibile ottenere anche una panoramica delle etichette e dei certificati comunemente utilizzati nel settore.

Soprattutto all’inizio, una certificazione rappresenta un fattore di tempo e di costo elevato. Pertanto, la decisione su quale certificazione o etichetta ottenere deve essere ben informata e pianificata.

Gli elenchi che seguono forniscono una panoramica delle diverse etichette e certificati:

Questo lavoro è concesso in licenza d’uso a Creative Commons Attribution-NonCommercial 4.0 International License.

Il sostegno della Commissione europea alla realizzazione di questa pubblicazione non costituisce un’approvazione dei contenuti, che riflettono esclusivamente le opinioni degli autori, e l’Agenzia nazionale e la Commissione non possono essere ritenute responsabili per l’uso che può essere fatto delle informazioni in essa contenute.